Comune di Castel del Rio Una comunità che vi sorprenderà

Gastronomia

A Castel del Rio la cucina è improntata sulle sfumature di tre diverse tradizioni gastronomiche che solo un territorio di confine sa cogliere. La cucina emiliana, romagnola e toscana convivono nelle tradizioni gastronomiche di questo territorio da centinai di anni.

Come in tutti i territori di montagna la cucina è tradizionalmente più povera, legata all’economia agricola locale ed impreziosita dai sapori del bosco e sottobosco, quali i funghi, il tartufo, i mirtilli, le more e altri aromi.

Il prodotto locale per eccellenza è il Marrone di Castel del Rio, frutto di alta qualità che ha caratterizzato questo territorio e tutta l’alta Valle del Santerno. Si distingue notevolmente dalle più comuni “castagne” per grandezza e per il suo gusto più dolce e profumato. Facili da conservare, sono una prelibatezza gastronomica del tutto naturale, dono del sole e della terra, prodotti nel massimo rispetto della salute e dell’ambiente.

Il marrone può essere consumato cotto in apposite padelle direttamente sul fuoco (brusé) oppure bollito in acqua (ballotte); con la purea di marroni bolliti si preparano i dolci tipici e i “Capaltéz” un primo piatto tipico locale; con la farina ottenuta dai marroni essiccati si preparano il “Castagnaccio” la “Polenta dolce”, la sfoglia per tagliolini, ciambelle, frittelle e altri dolci tipici. I Marroni al Rhum, la Marmellata di Marroni e il liquore “Maroncello” sono i prodotti derivati dalla lavorazione del Marrone di Castel del Rio.